Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

CHIUDI

  IT | EN

Serietà, passione, etica e rispetto del lavoro caratterizzano i professionisti che utilizzano il marchio EN SPACE:
un network d'eccellenza a disposizione dei tuoi progetti... continua!

 
 
 
 
 
 

.02 giugno 2014

D’Annunzio e i Giardini di Pan | Italo Rota. Sarco-phagus. Tra Natura, Amore e Morte

Gardone Riviera (BS), Parco del Vittoriale - 02.06.2014 | 31.10.2014

Vernice: Lunedě 2 giugno 2014, ore 15.45

 
EN SPACE e la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani sono promotori della prima edizione della mostra D’Annunzio e i Giardini di Pan, a cura di Alessandra Coppa, Direttore scientifico di EN SPACE.
 
La mostra vuole mettere in risalto la componente del Panismo della poetica di Gabriele d’Annunzio che invita l’uomo a immergersi nella natura.
 
Alla prima edizione della mostra D’Annunzio e i Giardini di Pan, quest’anno partecipa Italo Rota con un progetto site specific dal titolo Sarco-phagus. Tra Natura, Amore e Morte.
Il progetto di Italo Rota si concentra sul tema dei Cani, tanto cari al Vate, che saranno l’espediente per interpretare il tema.
 
“Rota ha capito e interpretato d'Annunzio come un filologo, un critico letterario, un biografo - afferma Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani.
La sua installazione parte dal culto dell'antico (il sarcofago), passa per la contemporaneità al soggetto (i bassorilievi che rimandano alla casa del Vate) e culmina nel futuro tecnologico con il percorso sensoriale che permetterà di ascoltare d'Annunzio nel parco, e nel parco sentire nel mondo. È così che la bellezza si aggiunge alla bellezza e la natura fiorisce sotto l'occhio amorevole dell'uomo, complice e non violatore, come sarebbe piaciuto al Poeta, che ancora passeggia nel Giardino di Pan”.
 
Italo Rota inoltre ha pensato ad un percorso sensoriale caratterizzato da quattro postazioni sonore, gli Ascoltami, posizionati in quattro luoghi significativi del Parco che permetteranno di alloggiare al loro interno gli smartphone e consentiranno ai visitatori di amplificare nella natura brani tratti dall’Alcyone e da Il Piacere, scaricabili dal sito web del Vittoriale attraverso dei QR code.
 
Alla conclusione della mostra, i brani più scaricati, i commenti e le immagini più significative, comporranno una “classifica di gradimento” che costituirà una sorta di “ipertesto dannunziano sulla Natura” che sarà pubblicato sul sito del Vittoriale e sul sito di EN SPACE. 

Fino al 31 ottobre, il Museo di Bordo della Nave Puglia al Vittoriale ospiterà una mostra in grado di rivelare quanto i progetti di Italo Rota risentano profondamente del confronto e dell’immersione tra Natura e Cultura.
 
 
Presidente Fondazione Il Vittoriale degli Italiani: Giordano Bruno Guerri
Curatore: Alessandra Coppa
Project manager: Sabina Antonini
Coordinamento progetti speciali Vittoriale: Viola Costa
Coordinamento Studio Italo Rota: Francesca Grassi
Opere in maiolica: Vincenzo Del Monaco
Corni “Ascoltami” e “Orecchio”: Italcementi
Recitazione brani “Ascoltami” in italiano: Bruno Noris
Recitazione brani “Ascoltami” in inglese: Wayne L. Gaylord
Sound designer: Alberto Ferraris
Immagine coordinata: Studio Didot
Ufficio stampa: CLP Relazioni Pubbliche

Copyright ® 2011 Artemya Srl  P.IVA 05141900968 Condizioni generali d’uso Privacy Area privata Seguici su: Twitter Foursquare Facebook GooglePlus